Questa nuova categoria riguarderà i giocatori che durante l’ultima stagione non si sono imposti all’interno dei nuovi club.

Il primo nome riguarda Riccardo Saponara. Arrivato al Milan nell’estate 2013 per 3,8mln dall’Empoli, il centrocampista offensivo classe ’91 ha attraversato una stagione piuttosto travagliata dal punto di vista degli infortuni. Reduce da una grande stagione in Serie B con 13 reti e 15 assist (playoff compresi), il calciatore di Forlì ha poi intrapreso l’avventura europea con la nazionale U21, giocando 3 match e realizzando una rete. Poi l’arrivo al Milan comincia con un infortunio che lo terrà fuori per due mesi e mezzo, costringendolo a rinviare la preparazione atletica. Saponara fa il suo debutto in campionato alla 9° giornata contro il Parma. La sorpresa arriva nel derby d’andata, dove Allegri lo schiera dal primo minuto per la prima volta in Serie A. Sarà poi Seedorf a riproporlo titolare nella gara contro la Sampdoria a fine febbraio. Il totale è di 7 partite giocate, 2 sole da titolare per soli 218 minuti totali. L’arrivo a gennaio di Honda e Taarabt ha poi limitato le possibilità di scendere in campo per il trequartista (in quel ruolo presenti anche Kakà, Robinho, Birsa e l’adattato Poli). Il futuro è sempre più lontano da Milano, probabile merce di scambio del mercato estivo: interessa a Parma e Torino.

Immagine

Sempre in casa Milan un altro gioiello lanciato da Massimiliano Allegri: Bryan Cristante. Per lui esordio in Serie A alla 12° giornata contro il Chievo Verona. Titolare a sorpresa alla 18° contro l’Atalanta, il giovane italo-canadese realizza la rete del 3-0 definitivo. Confermato nella gara successiva, il centrocampista trova l’assist per il 2-0 momentaneo di Balotelli contro il Sassuolo. La gara, finita 4-3 per i neroverdi, rappresenterà l’ultima gara del tecnico livornese e, di conseguenza, l’ultima per Cristante. Con Seedorf, infatti, il modulo prevede un centrocampista centrale in meno, elogiando il gioco sulle ali nella trequarti offensiva. L’arrivo a gennaio di Essien ha ulteriormente ridotto le possibilità di avere spazio nella rosa rossonera per il giovane, il tutto poi compromesso da un infortunio che lo costringe a rimanere fuori per questo finale di stagione. Il classe ’95, vero e proprio talento valutato 3mln di €, rischia già di fare le valigie nella prossima stagione di mercato. Su di lui numerosi club esteri.

Annunci