Eterna promessa della scuola olandese, Afellay ha interrotto la sua ascesa per colpa dei numerosissimi infortuni che ne hanno condizionato la sua ancora breve carriera calcistica. Nato nelle giovanili del Psv Eindhoven, nel gennaio 2004 approda in prima squadra all’età di 18 anni. Qui debutta nel finale di campionato realizzando 2 gol e 2 assist. Nella stagione 2005/06 fa il suo esordio anche in Champions League disputando ben 8 incontri. Il suo rendimento aumenta di anno in anno e, al termine della avventura con il Psv, Afellay può vantare ben 39 reti realizzate in 212 gare di Eredivisie, nonostante sia stato utilizzato più come mezz’ala nel centrocampo a tre. Solamente negli ultimi anni olandesi il suo impiego si è trasformato in quello di ala d’attacco sinistra (per crossare nel mezzo e cercare il fondo) o destra (per potersi accentrare e tirare in porta con più facilità). Entra anche nel giro della nazionale olandese, dove disputa ben 44 partite complessive realizzando 5 reti e partecipando come comprimario ai Mondiali 2010 e agli Europei del 2008 e del 2012.

Nel gennaio 2011 Afellay approda al Barcellona per soli 3mln di € (a causa della scadenza imminente del contratto). Qui la sua esperienza dura un anno e mezzo. Decisivo con un assist per Lionel Messi nella semifinale di Champions League contro il Real Madrid, l’avventura dell’olandese viene compromessa nel settembre 2011, dove un infortunio ai legamenti lo tiene costretto a 7 mesi di stop, riuscendo in extremis a recuperare per gli Europei.

Immagine

Dall’agosto 2012 il trasferimento in prestito allo Schalke 04, dove disputa una buona prima parte di stagione con 3 reti e 2 assist. Poi un nuovo infortunio muscolare lo costringe a terminare la stagione in infermeria. Il battibecco con il dirigente Horst Heldt dello Schalke lo costringono poi a ritornare al Barcellona a fine stagione (lo Schalke poteva rinnovare il prestito per un altro anno, ma la non presenza dell’olandese allo stadio per assistere i propri compagni nelle gare casalinghe aveva indispettito il dirigente, accusando Afellay di scarsa professionalità e di poco interesse verso il club).

Immagine

Nell’ultima stagione l’ala sinistra subentra in campo solamente per due spezzoni di partita contro Malaga (nella Liga) e Levante (in Copa del Rey). Sulle sue tracce si stanno muovendo Lazio, Rennes, Galatasaray, Malaga e Tottenham. L’obiettivo di tali squadre è quello di accaparrarsi un giocatore poco costoso (scadenza contratto 2015), con la grossa speranza che i problemi muscolari siano ormai alle spalle e che il 28enne possa rilanciarsi dopo praticamente due anni di assenza dai campi.

Annunci