Tre titoli con il Borussia Dortmund (Bundesliga ed una DFB Pokal) e prestazioni degne di nota per un centravanti, grazie alle sue 49 reti in 102 presenze con la maglia dei gialloneri in tre stagioni. Numeri di tutto rispetto che avevano portato l’attaccante Lucas Barrios a ritagliarsi un ruolo di primaria importanza nelle prime due stagioni in Germania, nonché una valutazione personale che si aggirava intorno ai 17mln di €. Poi un infortunio muscolare e l’arrivo del polacco Robert Lewandowski ne hanno limitato il suo utilizzo da titolare, portandolo sempre più spesso in panchina per scelta del tecnico Jurgen Klopp.

Nel luglio 2012 l’addio al club e l’approdo in Cina al Guangzhou Evergrande di Marcello Lippi per 8,5mln di €. Qui dominerà sia campionato che Champions League asiatica, ma l’impatto con un campionato decisamente più scadente rispetto a quelli europei ne comportano un notevole deprezzamento del valore del cartellino, che in una sola stagione calerà fino a 2mln di € (nonostante le 13 reti ed i 7 assist in 32 presenze).

barrios evergrande

Una migrazione piuttosto particolare quella dell’argentino naturalizzato paraguaiano, spinto verso questa nuova avventura soprattutto dall’importante ingaggio offerto. Un anno lontano dai riflettori del grande calcio che portano immediatamente Barrios a convincersi della scelta errata optando, per un frettoloso rientro in Europa già dalla successiva stagione, visto che a 29 anni può ancora dimostrare il suo valore e rilanciarsi definitivamente in palcoscenici con maggior visibilità. Accetterà l’offerta dello Spartak Mosca (trasferimento per circa 3mln di €), nobile piuttosto decaduta del calcio russo (dal 2000/01 non conquista il titolo nazionale) ed unico club in grado di offrirgli un contratto significativo. Ma da possibile rilancio, Barrios si ritrova spesso in panchina e poco utilizzato. Quando scende in campo non riesce ad essere incisivo, testimoniato dal fatto che in 15 presenze riuscirà a mettere a segno solamente una rete ed un assist (solo 500 minuti giocati in Premier Liga russa).

Fussball Europa League Playoff: FC St. Gallen - Spartak Moskau

Il contratto lo lega fino a giugno 2016 con il club russo, il quale decide di liberarsene in prestito nel tentativo di ridare valore al paraguaiano. Dimenticato dalla maggioranza dei club europei, Barrios strapperà solamente a metà agosto 2014 un accordo con i francesi del Montpellier, squadra vincitrice a sorpresa della Ligue 1 2011/12 ma che lotta ora per la salvezza. I francesi credono in lui (900 minuti giocati in 12 presenze), ma il guizzo del gol, nonostante la continuità di gioco, tarda ad arrivare. Solo una rete ed un assist in questa prima parte di stagione, segnali forse di un lento ed inesorabile tracollo di un attaccante che, fino a pochi anni fa, dava spettacolo segnando alla media di una rete ogni due partite. Inoltre era anche il trascinatore del Paraguay, mentre ora sono già due anni e mezzo che non viene convocato dalla nazionale.

Lucas BARRIOS

Annunci