cicinho brasileSpesso i calciatori brasiliani subiscono una involuzione tecnica significativa nel corso della loro carriera. Un esempio è il terzino destro Cicinho. Strepitoso in Brasile con le maglie di Atletico Mineiro e Sao Paulo, meno incisivo in Europa con Real Madrid, Roma e Villarreal. Attualmente in Turchia al Sivasspor (club allenato fino a poche settimane fa da Roberto Carlos, storico terzino sinistro della nazionale brasiliana e del Real Madrid nonché ex compagno di squadra di Cicinho nel periodo con i blancos), il brasiliano ha una valutazione pari a 300mila € contro una massima quotazione di mercato raggiunta nel 2007 di 15mln di €.

69 partite e 12 reti con la maglia del Sao Paulo garantiscono la conquista di un posto in nazionale per Cicinho. Nell’estate 2005 partecipa alla Confederation Cup disputando tutti gli incontri da titolare. La conquista del trofeo ed i 3 assist realizzati nella finale vinta per 4-1 contro l’Argentina lo portano alla ribalta della scena calcistica internazionale.

cicinho

Sulle sue tracce si muove immediatamente il Real Madrid, a caccia di una alternativa a Michel Salgado. Il trasferimento si perfeziona nel gennaio 2006 per 4mln di €, immediatamente dopo la conquista per la seconda stagione consecutiva del Mondiale per Club con il Sao Paulo. In Spagna conquista una Liga e totalizza in una stagione e mezza 3 reti, 4 assist e 32 presenze totali, interrotte da un infortunio gravissimo ai legamenti crociati.

Nonostante ciò, nell’agosto 2007 la Roma decide di investire fortemente sul brasiliano spendendo 9mln di € per il suo cartellino. 44 apparizioni, 2 reti e 6 assist nella positiva prima stagione in giallorosso, vincendo anche la Coppa Italia. Nel finale della stagione 2008/09 incappa nuovamente in un grave infortunio ai legamenti che lo costringe a rimanere lontano dai terreni di gioco per 6 mesi. Con l’arrivo di Claudio Ranieri sulla panchina romana, Cicinho non trova più spazio. Qui incomincia una serie di prestiti semestrali infruttuosi per il brasiliano. Rientrerà in Brasile al Sao Paulo (8 presenze), poi in Spagna al Villarreal (6 presenze). L’ultima stagione a Roma, nel 2011/12, fu decisamente da dimenticare con sole 5 presenze e 255 minuti giocati.

cicinho roma

Lascerà la Capitale a fine anno da svincolato, tornando in Brasile allo Sport Recife (24 presenze e 7 assist). Destinato a rimanere in terra madre, ormai 33enne, Cicinho fa ritorno in Europa per volere del tecnico Roberto Carlos, alla guida del Sivasspor in Turchia. Qui viene reinventato centrocampista di fascia, con minori compiti di copertura difensiva. Grazie alla nuova posizione, Cicinho diventa il principale assistman del club. Infatti, nella passata stagione di Super Lig ha disputato 31 partite servendo la bellezza di 15 assist, in quella attuale è già a quota 7 passaggi da gol in 14 partite (una media di 1 assist ogni 2 incontri).

cicinho sivasspor

Un rilancio importante, anche se all’ombra dei grandi palcoscenici, che mostrano quanto questo giocatore poteva e doveva dare di più nel momento clou della carriera, anche se il problema ai legamenti non ha certo aiutato il brillante e propositivo giocatore di fascia.

Annunci