Interessante osservare come l’attuale capocannoniere di Europa League sia un giovane attaccante del 1993 sbarcato nel nostro continente solamente l’estate scorsa. Il nome di Luciano Vietto sta ora facendo il giro dei migliori club calcistici europei, riscuotendo grande interesse ed appeal. Per il giocatore del Villarreal, infatti, non mancheranno di certo le richieste nel prossimo mercato estivo, dove le pretendenti al suo cartellino dovranno partire da una base d’asta fissata intorno ai 40mln di € (il valore della sua clausola rescissoria). Infatti, nonostante la sua valutazione attuale sia di 15mln, le prospettive di crescita dell’argentino sono considerate enormi ed il suo rendimento in terra spagnola ne dà piena conferma (20 reti in soli 7 mesi). Sulle sue tracce segnaliamo l’interesse di Barcellona, Real Madrid, Liverpool, Arsenal, Manchester United ed Inter.

vietto 3

Bottino veramente notevole in Europa League (6 assist, 8 reti ed una media di un gol a partita) nonché tra i migliori bomber della Primera Division (capocannoniere del club con 12 centri in 25 presenze), Luciano Vietto è probabilmente il futuro dell’attacco argentino e non solo. Arrivato in Spagna nell’agosto scorso per 5,5mln di € dal Racing Club de Avellaneda, Vietto si è saputo imporre fin da subito come titolare della formazione allenata da Marcelino, tanto da superare in pochissimo tempo il record di reti realizzate in una stagione (13 nel 2012/13). Dopo un 2013/14 poco esaltante (solo 5 gol all’attivo), pochi erano pronti a scommettere sul rilancio del suo talento. In questo va dato merito all’investimento fatto dal Villarreal, club da sempre promotore di acquisti preziosi provenienti dal Sud America in grado di generare enormi plusvalenze.

vietto

Il classe ’93 Luciano Vietto è un attaccante rapido e dinamico, in grado di ricoprire perfettamente sia il ruolo di prima che di seconda punta. Il fisico brevilineo (173cm per 68kg) lo rende estremamente rapido e sgusciante all’interno dell’area, luogo dove si trova perfettamente a suo agio grazie ad una freddezza sotto porta da vero bomber di razza. I movimenti dell’argentino, continuativi ed incisivi nel corso di tutto il match, favoriscono non solo i contropiedi per la propria squadra, ma anche gli inserimenti dei compagni. Difficile non sottolineare poi le sue azioni palla al piede, condite da giocate in grado di disorientare gli avversari permettendogli di liberarsi agilmente per il tiro a rete.

Caratteristiche da vero fuoriclasse che, nel giro di pochissimo tempo, lo hanno portato a paragoni illustri. Inizialmente lo si era accostato per tecnica e rapidità al connazionale Sergio Aguero, recentemente per visione della porta e concretezza al colombiano Radamel Falcao. Le premesse ci portano a pensare che, nel giro di un paio d’anni, il tempo dei paragoni finirà ed il nome di Vietto sarà uno dei più importanti nel panorama calcistico internazionale.

Annunci