Dopo aver analizzato le prestazioni di un attaccante in grande spolvero in questo mese (vedi articolo “Sporting Braga: un inizio aprile a suon di gol per Zé Luis“), restiamo nella stessa città per osservare meglio la crescita esponenziale di un altro profilo interessantissimo ed in grande crescita tecnica: Rafa Silva. Il centrocampista portoghese è alla sua seconda stagione consecutiva da protagonista in Primeira Liga con la maglia dello Sporting Braga e, nonostante la giovane età, ha già raggiunto una valutazione personale di 7,5mln di €. Su di lui è forte il pressing di Manchester United, Tottenham ed Everton in Premier League, mentre in precedenza anche top club della Bundesliga come Schalke 04 e Bayer Leverkusen erano sulle sue tracce. L’apice dell’interesse per Rafa Silva si raggiunse l’anno scorso, quando il giocatore (“semisconosciuto” ai più) entrò a far parte dei 23 del Mondiale brasiliano. Il successivo rinnovo del contratto (passato da scadenza giugno 2017 a giugno 2019), però, bloccò sul nascere le varie richieste pervenute dal club biancorosso, il quale fissò una clausola rescissoria intorno ai 30mln di € per il suo cartellino.

rafa silva braga 3

Per Rafa Silva due importanti spartiacque nella sua breve carriera: il passaggio dal Feirense allo Sporting Braga nell’estate 2013 e la convocazione al Mondiale 2014. Trampolini di lancio fondamentali per la sua cavalcata nel grande calcio, in attesa ancora della definitiva consacrazione. Nel 2012/13 fece benissimo in Segunda Liga (all’età di 19 anni) dove saltò un solo incontro sui 42 complessivi e realizzò 10 reti. Altrettanto nella stagione successiva (all’esordio in Primeira Liga), terminata con 8 gol e 3 assist in 31 presenze e la conquista di un posto preziosissimo nella nazionale maggiore di Paulo Bento, il quale lo fece debuttare in una gara amichevole contro il Camerun prima della importantissima convocazione nei 23 per il Brasile (bruciando letteralmente le tappe e passando nel giro di un solo anno dall’Under 20 alla nazionale maggiore).

 

rafa silva portugal

Questo 2014/15 forse non gli ha regalato grandi numeri in termini di reti (4) ed assist (5), ma lo stanno comunque mettendo in vetrina come il principale trascinatore del club verso un atteso ritorno alle coppe europee per la prossima stagione.

rafa silva braga 2

Il portoghese classe ’93 può adattarsi in tutte le posizioni della trequarti campo, prediligendo maggiormente partire dalle corsie esterne. Rafa Silva è un destro naturale, ma viene spesso impiegato sulla corsia sinistra per poter sfruttare la sua capacità di accentrarsi e dare imprevedibilità all’azione offensiva. I suoi movimenti rapidi palla al piede con annesse giocate esuberanti (tra dribbling e colpi di tacco) fanno del portoghese un calciatore assolutamente difficile da marcare e, se gli si lascia qualche metro di spazio, rischia di diventare letale sia con le conclusioni da fuori che con gli assist verso i compagni.

Annunci