Pochi sanno che il cartellino di Jorge Martinez è ancora di proprietà della Juventus. L’uruguaiano, infatti, venne acquistato nell’estate 2010 per 12mln di € dal Catania e, da allora, i bianconeri non sono mai riusciti a collocarlo sul mercato se non in prestito. Nemmeno l’ultima esperienza in patria tra le fila dello Juventud de las Pietras pare averlo galvanizzato: in un anno e mezzo di prestito ha collezionato la miseria di 13 presenze con meno di 300 minuti di gioco complessivi. Fortuna vuole che il suo contratto con la società italiana scadrà nel giugno 2016, data che segnerà la fine di un rapporto estremamente longevo e senza risvolti positivi ambo le parti. Il paradosso: tale contratto doveva scadere nel giugno 2015, ma la dirigenza juventina decise di prolungare l’accordo per questioni di bilancio (minore impatto sugli ammortamenti e una minusvalenza da spalmare su un ulteriore anno).

Da un punto di vista economico il contratto stipulato da Jorge Martinez con la Juventus (1mln di € annui) ha sicuramente garantito al giocatore entrate maggiori rispetto alle precedenti stagioni trascorse in Uruguay e a Catania. Di contro, però, l’approdo in un top club non è mai stato digerito a pieno dal Malaka, costretto a cambiare squadra innumerevoli volte nella speranza di tornare decisivo come nei bei tempi siciliani. Con i rossoazzurri seppe stupire un po’ tutti con i suoi 23 gol in 94 presenze collezionati dal 2007 al 2010 che gli permisero di raggiungere una valutazione di 10mln di € e di conquistare la nazionale (18 presenze e 4 reti). Poi l’improvvisa regressione.

martinez catania

Nella Juventus di Luigi Delneri giocherà soltanto 20 partite complessive senza andare mai a segno. Poi cominciano i prestiti: un’anno a Cesena (dove tra i vari infortuni subiti riuscirà a collezionare soltanto 13 presenze), quattro mesi al Cluj in Romania (nessun minuto di gioco) e un anno a Novara (1 apparizione) prima del ritorno in patria.

martinez juventud

Difficile prevedere il suo ritorno ai livelli di Catania, viste le fatiche che sta incontrando persino ora in Uruguay. A 31 anni, la carriera di Jorge Martinez si può tranquillamente dichiarare come un’opera incompiuta, iniziata con i migliori propositi e terminata nel momento della possibile consacrazione.

Annunci