L’Atletico Madrid si porta avanti con la propria campagna trasferimenti. Secondo indiscrezioni dei media spagnoli, la dirigenza biancorossa avrebbe infatti firmato un accordo con il Paços Ferreira per l’acquisto dell’ala sinistra portoghese Diogo Jota, giovane talento classe ’96 protagonista di una stagione 2015/16 da incorniciare. La somma complessiva da versare si aggira intorno ai 7,2mln di € e permetterà ai Colchoneros di disporre delle prestazioni tecniche del giocatore a partire dalla prossima estate e per le seguenti cinque stagioni. Di questo importo, però, solo il 40% finirà nelle casse della società portoghese, mentre i rimanenti saranno suddivisi tra il fondo Gestifute (controllato dal procuratore Jorge Mendes) ed altri investitori privati detentori del cartellino. Bruciata in extremis la concorrenza del Benfica, club che era da tempo sulle tracce di Diogo Jota e che sembrava ad un passo dall’acquistarlo in via definitiva.

Un colpo certamente costoso che, d’altro canto, rappresenta un investimento fondamentale per il futuro dell’Atletico Madrid qualora il rendimento del giovane dovesse dimostrarsi da subito decisivo anche in terra spagnola. In Portogallo, invece, Diogo Jota ha già saputo stupire tutti: 9 reti e 8 assist in 25 gare di Primeira Liga alle quali si aggiungono i 2 gol e 2 assist nei 4 match disputati tra Taça de Portugal e Taça da Liga. Per niente male considerando che il ragazzo ha soli 19 anni ed è alla sua prima stagione da titolare nello scacchiere tattico del Paços Ferreira. La scorsa stagione, infatti, fu quella del debutto con la prima squadra e deve essere vista come un anno di transizione dal periodo delle giovanili all’impatto selettivo del calcio professionistico. Nonostante ciò, da febbraio a giugno del 2015 seppe raccogliere 10 presenze complessive regalandosi la gioia della prima rete in Primeira Liga alla penultima giornata (divenuta poi una doppietta al termine dell’incontro).

diogo jota pacos ferreira 2

Trasformatosi da seconda punta ad ala sinistra d’attacco in questa stagione per scelta del tecnico Jorge Simao, il talentuoso Diogo Jota ha dimostrato di sapersi adattare egregiamente nel nuovo ruolo. Sulla corsia laterale del campo il giocatore può optare su due soluzioni che gli permettono di sfruttare a pieno le proprie qualità: andare verso il fondo del campo per mettere palloni interessanti nel mezzo o puntare il centro dell’area per liberare il tiro verso la porta. Il portoghese, infatti, sa superare gli avversari con dribbling rapidi ed imprevedibili che, uniti ad una strepitosa velocità palla al piede, lo rendono uno dei contropiedisti più temuti del campionato portoghese. Non si può poi trascurare l’ottima visione di gioco del ragazzo, dettaglio non indifferente visto e considerato l’alto numero di assist fornito per i propri compagni in questa stagione. Se a tutto ciò aggiungiamo il fatto che il classe ’98 è anche un abile colpitore di testa (nonostante non sia certo un gigante con i suoi 1.78m) ed un buon finalizzatore all’interno dell’area di rigore, abbiamo in poche righe descritto un potenziale fenomeno del futuro.

Annunci