Il miglior attaccante della Serie A 2015/16, in base alla media dei gol fatti rispetto ai minuti giocati, è stato Francesco Totti. Le performance dell’italiano, soprattutto nel finale di stagione, gli hanno permesso di scavalcare anche il bomber indiscusso del campionato (nonché recordman di marcature in assoluto in una singola stagione), ovvero l’argentino Gonzalo Higuain. La media dell’attaccante della Roma è infatti di una rete ogni 77 minuti, inferiore agli 83 minuti del centravanti del Napoli.

Sul terzo gradino del podio troviamo un altro calciatore della Roma, il giovanissimo Umar Sadiq. Per il nigeriano, però, i dati statistici ottenuti nella Serie A 2015/16 si sono interrotti proprio dopo la 21a giornata, quando in pratica avevamo tirato le somme sui dati realizzativi degli attaccanti (vedi articolo “Serie A 2015/16, media “gol/minuti giocati” degli attaccanti dopo la 21a giornata“). In quello stesso periodo, sul gradino più basso del podio si era posizionato Sergio Floccari. Con il passaggio dal Sassuolo al Bologna, per il centravanti sono aumentati notevolmente i minuti di gioco, ma la media “gol/minuti giocati” ha subito una drastica crescita (una rete ogni 259 minuti).

Si scambiano di posizione rispetto all’analisi fatta al 21° turno di Serie A, ma restano comunque tra i più costanti dell’intero campionato, gli attaccanti Manolo Gabbiadini del Napoli, Leonardo Pavoletti del Genoa, Paulo Dybala e Simone Zaza della Juventus. Nonostante l’impiego poco costante ed il bassissimo minutaggio a propria disposizione, Gabbiadini e Zaza hanno dimostrato di essere spesso e volentieri determinanti in zona gol. Dybala e Pavoletti, invece, da titolari fissi delle rispettive formazioni, hanno saputo mantenere alto il loro rendimento dando prova di grande continuità nell’arco di un’intera stagione.

Restano nei primi 15 peggiorando notevolmente la propria media “gol/minuti giocati” Eder dell’Inter (alla Sampdoria una rete ogni 137 minuti, aggiungendo le prestazioni con il nuovo club è passato ad una ogni 184), Khouma Babacar della Fiorentina (da un gol ogni 114 minuti ad uno ogni 160) e Duvan Zapata dell’Udinese (da una rete ogni 128 minuti ad una ogni 189).

Fanno invece il loro ingresso in classifica, rispetto all’analisi della 21a giornata, gli attaccanti Jérémy Menez del Milan (al rientro dall’infortunio), Stephan El Shaarawy della Roma e Marcello Trotta del Sassuolo (gli ultimi due arrivati nelle rispettive formazioni attraverso il mercato invernale). Chi invece ha considerevolmente migliorato il proprio dato statistico sulle reti realizzate è Mauro Icardi dell’Inter, entrato prepotentemente nei primi 15 grazie ad una seconda parte di stagione molto prolifica.

Annunci