A 19 anni fu protagonista di un trasferimento importante dal Monaco 1860 allo Stoccarda per 3,2mln di €. A 21 la valutazione del giocatore oscillava intorno ai 5mln di € e sembrava soltanto in rampa di lancio. Parliamo di Timo Gebhart, trequartista tedesco che tra il 2007 ed il 2011 fu protagonista di un avvio di carriera superlativo. L’exploit nel 2008 con la nazionale tedesca Under 19: l’intero Europeo di categoria disputato da titolare e culminato con la vittoria finale ai danni dell’Italia grazie ad una rete e due assist realizzati dal giovane talento. Prestazioni che, però, non sono state riconfermate e che, dal 2011 ad oggi, hanno visto ridurre il numero delle gare disputate (anche a causa degli innumerevoli infortuni) provocando una drastica picchiata del valore del cartellino (ora intorno ai 100mila €).

Il classe ’89, come detto, ha avuto un ottimo inizio con i professionisti dove, dopo una sola stagione e mezza in 2.Bundesliga con il Monaco 1860 (capace di realizzare nei sei mesi post Europeo U19 ben 5 reti e 3 assist in 16 match) compie il grande salto passando in Bundesliga allo Stoccarda. Qui Timo Gebhart debutta e segna in Coppa Uefa e si ritaglia sempre più spazio all’interno della squadra che, dal suo arrivo nel gennaio 2009, passa dal decimo al terzo posto finale.

Nel 2009/10 viene schierato per ben 37 volte in campo (3 gol e 4 assist), anche se la sua posizione si sposta da trequartista centrale ad ala d’attacco. Qualche gara in meno (34), ma rendimento superiore (6 reti e 8 assist) nel 2010/11, annata che sembra essere quella della definitiva consacrazione. In realtà da qui cominciano i problemi fisici che limiteranno di molto crescita del tedesco. Nel 2011/12, infatti, Timo Gebhart subisce tre differenti infortuni a caviglia, adduttori ed addominali che comportano una diminuzione del minutaggio sul terreno di gioco (12 presenze, solo 2 di queste da titolare).

gebhart stoccarda

Il nuovo obiettivo del centrocampista diventa quindi quello di ritornare a giocare con continuità. Messo sul mercato dallo Stoccarda, Timo Gebhart decide di accasarsi al Norimberga, formazione che lo preleverà versando 1mln di €. Comincia da titolare, ma è costretto ad interrompere la stagione per un infortunio pelvico. Riuscirà a rientrare in squadra soltanto nel gennaio 2014 (in pratica un anno dopo) per soli 6 incontri (206 minuti complessivi) prima di un riacutizzarsi dello stesso problema. Una situazione difficile che si va a sommare alla retrocessione della squadra in 2.Bundesliga. Gebhart decide di rimanere anche nel 2014/15, ma non riuscirà ad essere di grande aiuto a causa di un nuovo problema ai tendini rotulei.

gebhart norimberga

Nel gennaio 2016 il Norimberga decide di cederlo a titolo gratuito ai rumeni della Steaua Bucarest. In sei mesi viene schierato soltanto 7 volte dal tecnico Laurentiu Reghecampf, ma la condizione fisica è cresciuta e la sua decisione è di non prolungare il contratto con i Ros-Albastrii per tentare una nuova sfida in grado di riportarlo ai livelli di rendimento di cinque stagioni fa.

Annunci