Qualche mese fa avevamo annunciato che il contratto dell’attaccante venezuelano Christian Santos sarebbe scaduto il 30 giugno con il NEC Nijmegen (vedi articolo “NEC Nijmegen: contratto in scadenza a giugno per il bomber Christian Santos“). Una occasione ghiotta per molte squadre (soprattutto spagnoli come Valencia, Siviglia, Celta Vigo, Betis Siviglia, Deportivo la Coruna e Real Sociedad) che si erano messe sulle sue tracce per prelevarlo a parametro zero. Eppure, a causa di un gravissimo errore di comunicazione del giocatore e dei suoi rappresentanti, il contratto del centravanti è stato automaticamente rinnovato di un ulteriore anno con la formazione olandese.

Il motivo sta nel fatto che in Eredivisie qualsiasi calciatore è obbligato a comunicare entro una data prefissata (nel 2015/16 era il 15 maggio) il proprio addio ufficiale alla società, nonostante il rapporto di lavoro intrapreso con la stessa sia ormai giunto al naturale termine contrattuale. Per potersi così “svincolare”, il diretto interessato deve presentare tutta la documentazione al club (in questo caso il NEC Nijmegen) e alla federazione olandese (KNVB). Qualora tale operazione non venga eseguita, il rinnovo della scadenza viene prorogato in automatico di un anno.

Come detto, a seguito di tale inadempienza il contratto di Christian Santos avrà quindi validità fino al 30 giugno 2017. Una vera e propria fortuna per il NEC Nijmegen, dato che ora la società può richiedere l’esborso di una importante somma economica per la cessione del cartellino del venezuelano.

Annunci