europa leagueLa UEFA ha pubblicato la nuova distribuzione dei ricavi spettanti alle formazioni che prenderanno parte alla Europa League 2016/17. Su un ammontare complessivo di 1,7 miliardi di € (che include anche Champions League e Supercoppa Europea), per la seconda competizione più prestigiosa d’Europa verranno ripartiti ben 399,8mln di € fra tutte le società. Questo totale, inoltre, è suddiviso in 239,8mln di € a quota fissa e 160mln variabili.

Le quote fisse sono legate ai risultati conseguiti all’interno dei gironi ed al piazzamento finale ottenuto. Rispetto alla nostra analisi del 15 ottobre 2015 (vedi articolo “Europa League: le quote dei premi per il triennio 2015-18“), sono aumentate le quote per il raggiungimento dei sedicesimi di finale (come 1° del girone da 500mila a 600mila €, come 2° da 250mila a 300mila €) e della semifinale (da 1,5mln a 1,6mln di €).

L’aspetto più interessante è quello legato alle quote variabili. Metà del market pool complessivo (80mln di €) verrà ripartito in un numero di quote esattamente uguale al numero delle federazioni rappresentate da almeno un club nella fase a gironi ed in modo proporzionale al valore del mercato televisivo rappresentato. Per ogni federazione, poi, le quote saranno suddivise in base ai risultati ottenuti dalle varie società nelle competizioni nazionali della stagione precedente.

L’altra metà del market pool, invece, verrà suddivisa equamente in base ai turni della competizione: fase a gironi (40%=32mln di €); sedicesimi (20%=16mln); ottavi (16%=12,8mln); quarti (12%=9,6mln); semifinali (8%=6,4mln); finale (4%= 3,2mln). Le quote verranno successivamente suddivise in parti uguali in base al numero di federazioni rappresentate da almeno un club nella fase a gironi, rispettando sempre il valore economico dei rispettivi mercati televisivi. In seguito, all’interno di ogni federazione, le quote saranno ripartite in modo equo tra le società facendo riferimento alla fase del torneo raggiunta.

Nel nuovo sistema di distribuzione dei premi, inoltre, la UEFA ha previsto dei pagamenti di solidarietà in favore delle squadre eliminate nei turni preliminari di qualificazione: 215mila € al primo turno di preliminare; 225mila € al secondo turno; 235mila € al terzo turno; 245mila € agli spareggi.

Annunci