indian super leagueLa Indian Super League è alla sua terza edizione ed pronta a confermarsi come uno dei campionati calcistici emergenti più seguiti di tutta l’Asia. Non cambia il formato del torneo, composto da una “regolar season” (tutte le 8 squadre partecipanti sfideranno le avversarie sia in casa che trasferta) seguita dai playoff raggiungibili soltanto dalle prime 4 della classifica finale. I playoff saranno in pratica due semifinali (la prima contro la quarta e la seconda contro la terza) con partite di andata e ritorno. Le vincitrici accederanno poi alla finale secca che si giocherà su campo neutro.

La conferma della bontà in termini di appeal della ISL (campionato alternativo alla tradizionale I-League) è dimostrata dalla continua crescita di sponsor legati a tale manifestazione. Per il terzo anno consecutivo la Indian Super League avrà come title sponsor Hero MotoCorp, mentre multinazionali prestigiose come DHL, Suzuki Amazon svolgeranno la funzione di partner di prima fascia. Confermato come “official sports drink” il marchio Gatorade, mentre il ruolo di “ball partner” spetterà a Puma.

Al contrario della grande crescita registrata nel 2015, invece, le valutazioni complessive delle rose si sono drasticamente ridotte, con un ammontare complessivo inferiore ai 30mln di € contro i circa 40mln della passata edizione (vedi articolo “Indian Super League: in cerca di conferme dopo il successo della prima stagione“). Risalta inoltre la scarsa quotazione data alla rosa del Chennaiyin FC, squadra campione in carica della ISL. Il giocatore con il valore più alto del cartellino è Mohamed Sissoko del FC Pune City, quotato per 1,5mln di €. Diminuisce invece l’età media (da 28,8 a 28,2 anni) così come si riduce il numero di stranieri (da 88 a 82), due dati non certo positivi perché, come già sottolineato la scorsa stagione, se la lega vuole crescere deve attirare un numero maggiore di calciatori stranieri, i quali possono il tasso tecnico ed aumentare la visibilità del torneo anche al di fuori dell’Asia. I calciatori più anziani della competizione sono l’islandese Eidur Gudjohnsen del FC Pune City (38 anni), il brasiliano Lucio del FC Goa (38 anni) e l’uruguaiano Diego Forlan del Mumbai City FC (37 anni).

Annunci