atletico kolkataCambia la guida tecnica, ma resta nuovamente una delle squadre favorite alla conquista del titolo (vittoriosa nel 2014, sconfitta in semifinale nel 2015). L’Atlético de Kolkata affida la propria guida tecnica allo spagnolo José Francisco Molina (ex Villarreal e Getafe B), il quale succede al connazionale Antonio Lopez Habas passato ora ai rivali del FC Pune City. L’organico, vista la collaborazione dell’Atlético Madrid nella fondazione della società, resta in larga parte composto da calciatori iberici, anche se il ruolo di “marquee player” dei biancorossi sarà ricoperto nuovamente dal portoghese Hélder Postiga. L’attaccante 34enne nella scorsa stagione fu decisamente sfortunato visto che disputò una sola partita con la formazione di Calcutta (nella quale mise a segno due reti) prima di subire un grave infortunio che lo costrinse a saltare l’intero torneo. L’edizione 2016 si preannuncia come quella del riscatto per l’ex Sporting Lisbona, Porto, Real Saragozza e Valencia.

Come detto, la formazione è contraddistinta da calciatori di nazionalità spagnola. Ben 6 in totale: il portiere Dani Mallo (37enne che in passato ha vestito le maglie di Deportivo La Coruna e Braga); il difensore Pablo Gallardo (30enne che vanta un’esperienza nella I-League indiana con lo Sporting Goa); il terzino sinistro Tiri (25enne che l’anno scorso disputò 13 gare con l’Atlético de Kolkata); l’ala sinistra Javi Lara (30enne alla seconda esperienza con il club di Calcutta dopo i soli 6 incontri ai quali ha preso parte nel 2015); l’attaccante Juan Belencoso (35enne ex Kitchee, formazione di Hong Kong recentemente allenata dallo stesso José Francisco Molina); il centrocampista centrale Borja Fernandez (35enne alla terza stagione consecutiva con i biancorossi, dove attualmente conta 31 presenze, 2 reti e 3 assist).

borja-fernandez-atletico-de-kolkata

Interessante l’acquisto del difensore centrale Henrique Sereno (31enne portoghese ex Vitoria Guimaraes, Real Valladolid, Porto, Colonia e Kayserispor), reduce da una stagione senza gare disputate con i tedeschi del Mainz a causa di una susseguente serie di infortuni. Farà ancora parte della squadra l’attaccante canadese Iain Hume, protagonista nella prima stagione di ISL con i Kerala Blasters FC di 5 reti e 3 assist in 16 presenze (votato come miglior giocatore del torneo) ed artefice di uno stupefacente 2015 con l’Atlético de Kolkata dove ha messo a segno la bellezza di 11 reti e 4 assist in 16 gare disputate.

hume-atletico-de-kolkata

L’Atlético de Kolkata si contraddistingue come sempre per la propria divisa simile a quella dell’Atletico Madrid e disputerà le proprie gare interne al Rabindra Sarobar Stadium, stadio da 26mila posti.

Annunci