La chiusura del mercato invernale 2016/17 è arrivata ufficialmente con l’ultimo giorno di febbraio. Stop definitivo quindi a tutte le sessioni ancora aperte al fine di consentire alle società di allestire al meglio le rose prima dell’inizio della nuova stagione. Parliamo in particolar modo della Chinese Super League (padrona incontrastata dei trasferimenti a livello globale) e di tutti i paesi delle Americhe. Tra questi ultimi, il movimento più interessante ha visto passare Lucas Pratto dall’Atletico Mineiro al Sao Paulo per 5,8mln di €, mentre il più costoso risulta essere invece quello di Miguel Borja dall’Atletico Nacional al Palmeiras per 9,87mln di € (nonostante la valutazione del cartellino sia inferiore ai 2mln). L’argentino, in passato anche in Serie A tra le fila del Genoa (17 presenze, 3 reti e 4 assist), ha totalizzato 23 gol in 63 gare disputate con i bianconeri nelle ultime due stagioni, prestazioni che gli hanno consentito di conquistare addirittura un posto nell’albiceleste. Il colombiano, anch’egli con un breve trascorso in Italia nel Livorno (soltanto 8 volte in campo), è stato scelto come sostituto del partente Gabriel Jesus dopo le 17 reti messe a segno nei 27 match giocati nel corso degli ultimi 6 mesi.

miguel-borja-palmeiras

A conquistare la scena sono però i trasferimenti con destinazione finale Cina. Il più caro del mese di febbraio è Brown Ideye, passato dall’Olympiacos al Tianjin Teda per 12mln di €. 3 anni fa venne acquistato per la stessa cifra dal West Bromwich, formazione nella quale il nigeriano collezionò appena 7 reti in 31 presenze. Numeri decisamente poco convincenti rispetto ai 45 centri realizzati con la Dinamo Kiev tra il 2011 ed il 2014 e che costrinsero la dirigenza inglese a svenderlo per 5,42mln di € dopo un solo anno. In un anno e mezzo in Grecia il classe ’88 ha ritrovato la continuità di un tempo mettendo a segno 28 gol in 65 incontri ufficiali, prestazioni che hanno convinto il club di Chinese Super League ad effettuare l’investimento.

L’altro attaccante di notevole spessore che si accasa in Cina è Jonatan Soriano. Lo spagnolo lascia il Red Bull Salisburgo dopo 5 anni di successi sia di squadra (4 Bundesliga austriache e 4 coppe nazionali conquistate) che personali (3 volte capocannoniere del campionato, 2 volte miglior marcatore nella coppa ed autore di ben 11 reti Europa League nel 2011/12, il tutto condito dalla vittoria per due anni consecutivi del titolo di “giocatore della stagione” della Bundesliga.at). 10 i milioni di € versati dal Beijing Guoan per assicurarsi il cartellino dell’esperto (classe ’85) e prolifico centravanti (172 reti e 72 assist realizzati in 202 gare disputate con il club austriaco), un calciatore che avrebbe sicuramente meritato piazze più prestigiose nel corso della propria carriera (vedi anche l’articolo del 2014 “Jonatan Soriano: gol a raffica, ma nessuno lo cerca”).

soriano-beijing-guoan

Dopo aver ricercato una punta di spessore un po’ ovunque in Europa, il Tianjin Quanjian allenato da Fabio Cannavaro si è dovuto “accontentare” dell’arrivo in prestito oneroso (2,1mln di €) di Junior Moraes dalla Dinamo Kiev (22 gol nell’ultimo anno e mezzo). Altro brasiliano decisamente più famoso che proseguirà la propria carriera in Chinese Super League è l’ex Juventus Hernanes. Il centrocampista verdeoro lascia l’Italia dopo 6 anni e mezzo a corrente alternata (perfetto nei primi anni alla Lazio, più in ombra le stagioni con Inter e Juventus) per puntare alla conquista del titolo con l’Hebei China Fortune (la società che ha investito di più nel mercato invernale spendendo la bellezza di 77,9mln di €).

hernanes-hebei-china-fortune

Tra gli altri calciatori dei campionati europei emigrati in Asia spiccano i nomi di Borek Dockal e di Christian Bassogog, entrambi acquistati dall’Henan Jianye. Il primo è un centrocampista offensivo che conta 29 presenze e 6 reti con la nazionale maggiore, nonché ben 30 centri e 51 assist realizzati in 3 anni e mezzo con lo Sparta Praga. Meno prolifico il secondo, attaccante camerunese reduce da un anno e mezzo in Europa con l’Aalborg dove ha collezionato 4 gol in 32 apparizioni sul terreno di gioco. Il suo nome, però, ha recentemente fatto il giro del mondo visto che il giocatore è stato uno dei principali protagonisti della Coppa d’Africa vinta lo scorso febbraio.

Annunci