Avevamo già annunciato che dalla prossima stagione calcistica lo stadio di casa dell’Atletico Madrid sarebbe diventato il Wanda Metropolitano (vedi articolo “Atletico Madrid: dal 2017/18 nuovo stadio e stemma sociale rinnovato”). La nuova costruzione sorgerà nell’area dove attualmente è presente il La Peneita, stadio di proprietà del comune di Madrid da 20mila posti a sedere. Per acquistare tale spazio, la società bianco-rosso-blu verserà 30,4mln di € in tre diverse rate (interessi esclusi) nelle casse comunali.

Includendo tali costi, la spesa complessiva prevista dai dirigenti dell’Atletico Madrid per il nuovo impianto da 73mila posti complessivi si aggirerà intorno ai 306mln di €. Oltre allo stadio in sé, infatti, verranno sostenuti anche costi ingenti (29,8mln di €) per pianificare e progettare le vie di accesso ed i parcheggi per almeno 4mila posti auto. L’area edificabile supererà di ben 50mila metri quadrati la stima prevista nel contratto iniziale del 2008 firmato da Carlos Sanchez Mato, consigliere dell’Economia e delle Finanze, e Miguel Angel Gil, amministratore delegato del club. Con il nuovo accordo raggiunto tra le parti, oltre a correggere le dimensioni dell’opera, è stato stabilito che lo stadio sarà ad uso esclusivamente privato, escludendo così la possibilità di utilizzare la struttura come eventuale sede olimpica.

In virtù della costruzione del nuovo stadio, il vecchio e storico Vicente Calderon verrà invece demolito.

Annunci