Una stagione ad altissimi ritmi per il Rijeka, formazione croata in piena corsa per la conquista del suo primo titolo nazionale (20 vittorie e 5 pareggi). In bacheca la società conta 2 coppe di Jugoslavia e 3 coppe di Croazia, ma dopo i 3 secondi posti consecutivi ottenuti in campionato l’obiettivo è ora quello di fermare una volta per tutte l’egemonia della plurititolata Dinamo Zagabria. Per farlo la squadra di Fiume sta affidando molte delle proprie speranze su un ex calciatore della Capitale: il trequartista Franko Andrijasevic.

Il classe ’91 ha vissuto gran parte della propria carriera all’Hajduk Spalato, partendo dalle giovanili fino ad arrivare alla prima squadra dove ha totalizzato 78 presenze e realizzato 13 reti. Con grande stupore, però, nell’estate 2014 il croato si trasferisce per 750mila € alla Dinamo Zagabria, rivale storica del club di Spalato.

andrijasevic hajduk spalato

Nonostante il clamore per il trasferimento, Franko Andrijasevic non riesce ad imporsi nella nuova squadra dove scende in campo 15 volte (appena 4 da titolare) mettendo a segno 3 reti. La dirigenza opta così per un lungo prestito alla Lokomotiva Zagabria, società con la quale la Dinamo opera da sempre un elevato numero di operazioni di mercato (vedi articolo “Lokomotiva-Dinamo: una collaborazione che ha portato all’esplosione di numerosi talenti croati”). In un anno e mezzo il rendimento del centrocampista cresce progressivamente e l’esperienza si conclude con un totale di 21 gol realizzati in 51 gare disputate.

andrijasevic lokomotiva

I numeri, però, non convincono i proprietari della Dinamo Zagabria ed il calciatore lascia il club a parametro zero per accasarsi al Rijeka. Un’operazione low cost dalla quale i quarnerini stanno traendo soltanto vantaggi dato che Franko Andrijasevic è il secondo capocannoniere della 1.HNL grazie alle sue 11 reti segnate in 18 partite. Trascinatore a suon di gol nonostante non sia un vero e proprio attaccante, il trequartista si sta rivelando anche un autentico talismano visto che quando segna la squadra riesce sempre a portare a casa la vittoria.

andrijasevic rijeka

Gran tiro dalla distanza e ottima visione di gioco le armi migliori di Franko Andrijasevic, adattabile per quest’ultimo motivo anche in una posizione di campo più arretrata con compiti di regia. D’altro canto, l’alto rendimento realizzativo di questo 2016/17 ha invece spinto il tecnico Matjaz Kek ad utilizzare il classe ’91 anche come prima punta centrale, vista e considerata l’imponente stazza fisica del croato (1.89m per 82kg). Una duttilità che si sta rivelando sempre più fondamentale per il Rijeka, in grado di schierare il giocatore sempre ed ovunque senza rimetterci a livello di prestazioni.

Le qualità del calciatore sono state apprezzate anche da Ante Cacic, commissario tecnico della Croazia, il quale lo ha convocato e schierato in due match amichevoli a tre anni di distanza dal debutto nella nazionale maggiore. Nel primo di questi disputato contro il Cile, Franko Andrijasevic è anche andato a segno permettendo alla squadra di agguantare il pareggio. In precedenza, invece, il trequartista si era messo in luce con le compagini Under disputando 44 match complessivi e mettendo a segno 9 gol.

Annunci