Sono quasi 75mila i posti a sedere dell’Olympiastadion di Berlino, una capacità notevole che rende la struttura una delle più capienti di tutta la Germania al pari dell’Allianz Arena di Monaco e dietro soltanto all’imponente Signal Iduna Park di Dortmund. La grossa differenza, però, è l’effettiva quantità di pubblico presente sulle gradinate durante gli incontri di Bundesliga. Se Bayern Monaco e Borussia Dortmund possono contare il tutto esaurito ad ogni turno, l’Hertha Berlino registra una presenza media di circa 50mila persone per una percentuale di seggiolini vuoti pari al 34% della struttura. Il 66% di pubblico sugli spalti è anche il dato più basso dell’intero campionato tedesco, il quale conta una media di spettatori del 92% a giornata.

Per questo motivo, la dirigenza dell’Hertha Berlino sta premendo per la costruzione di un nuovo stadio da 55mila posti a sedere, più confortevole e moderno per gli appassionati di calcio. Chiaramente la nuova struttura non prevede la costruzione della pista di atletica, in modo da rendere migliore la visione delle partite per i tifosi. Il presidente Werner Gegenbauer, il quale ritiene che l’Olympiastadion sia ormai una struttura obsoleta e non orientata al futuro, è convinto che il comune di Berlino prenderà in esame la decisione del club. Quest’ultimo ha anche rassicurato le istituzioni sottolineando come l’investimento sarà finanziato per intero da fondi privati. La collocazione del nuovo stadio è stata ipotizzata nei pressi dell’attuale area, anche se sono state sondate altre 50 possibili collocazioni. La dirigenza si augura di avere a disposizione il nuovo stadio entro il 2025, anno di scadenza del contratto di locazione con l’Olympiastadion.

Annunci