Alla prima stagione di Premier League da titolare il giovane Jordan Pickford si è subito messo in luce con interventi prodigiosi che hanno provato a tenere a galla un Sunderland poco competitivo e mai in corsa per la salvezza. Nonostante la netta retrocessione all’ultimo posto e la penultima peggior difesa del torneo, l’estremo difensore dei Black Cats è stata l’unica nota positiva di un’annata a dir poco fallimentare. Talmente positiva da permettere al club di vendere il giocatore ad una cifra astronomica: 28,5mln di € + 5,5mln di eventuali bonus.

pickford sunderland

A versare tale somma ci ha pensato l’Everton, club che necessitava di prelevare un portiere dal buon potenziale e sul quale costruire un lungo futuro. Un importo che, a nostro parere, risulta parecchio gonfiato rispetto alla reale valutazione del giocatore (ora intorno ai 5/10mln di €), anche se è pur sempre vero che trovare un portiere inglese dalle ottime prospettive ed abile tecnicamente non è mai facile. Rapido, reattivo e con un’ottima prontezza di riflessi, Jordan Pickford si esalta in particolar modo nello sventare i tiri dalla distanza. Spesso tali deviazioni vengono rimesse verso il centro dall’inglese, mentre dovrebbe imparare a respingere maggiormente verso il lato. Da migliorare anche l’aspetto delle prese, anche se la giovane età gioca dalla sua parte e le qualità di base non mancano di certo.

Jordan Pickford ha inoltre dimostrato in questo breve scampolo di carriera di essere uno tra i possibili portieri futuri della nazionale maggiore. Attualmente, infatti, il classe ’94 conta 50 presenze con le varie nazionali Under ed è stato convocato da tutte le rappresentative a partire dalla U16 fino alla U21 (con quest’ultima ha appena partecipato da titolare all’Europeo in Polonia).

pickford inghilterra u21

Tra i club la carriera dell’estremo difensore è stata piuttosto movimentata. Sempre di proprietà del Sunderland, il giovane ha disputato soltanto la stagione 2016/17 con i biancorossi. In precedenza è stato girato in prestito un po’ ovunque sul territorio inglese: Darlington e Alfreton Town in National League; Burton Albion in League Two; Carlisle United e Bradford City in League One; Preston North End in Championship. In tutte le sue esperienze è riuscito a conquistare con facilità il posto da titolare, dimostrando una buona capacità di adattamento. Le svariate esperienze ed i tanti minuti giocati nelle varie leghe hanno permesso al portiere di crescere sia a livello tecnico che a livello personale di anno in anno, portandolo ad esordire in Premier League senza subire alcun tipo di pressione psicologica. Con l’approdo all’Everton non ci si può ora che aspettare il definitivo salto di qualità nella carriera del classe ’94.

Annunci