ligue 1Arriva ora l’approdo in Francia per quanto riguarda l’analisi dei migliori giocatori svincolati al termine della stagione 2016/17. In Ligue 1 il nome più interessante è senza dubbio quello di Thiago Motta, centrocampista il quale, nonostante i suoi 34 anni, ha ancora una media altissima di partite giocate a stagione. Nell’ultima trascorsa con il Paris Saint-Germain, infatti, è sceso in campo in 42 occasioni disputando la bellezza di 3.107 minuti complessivi. Un centrocampista tecnico e di qualità che, quindi, può ancora fare la differenza ad alti livelli grazie alla notevole esperienza acquisita nel corso della carriera (ex Barcellona, Atletico Madrid ed Inter). Il brasiliano naturalizzato italiano ha già ricevuto molte proposte di trasferimento, ma al momento è ancora in attesa della definitiva decisione da parte della società di Parigi sulla eventuale possibilità in extremis di un rinnovo del contratto.

Prelevabile a parametro zero un altro centrocampista centrale dalla buona esperienza internazionale. Parliamo di Abou Diaby, ex Olympique Marsiglia ed in passato per ben 9 anni e mezzo tra le fila dell’Arsenal. Proprio in Inghilterra la sua carriera ha registrato il maggior picco di crescita grazie alla conquista di un posto fisso nella nazionale francese (16 presenze ufficiali) ed una valutazione personale del cartellino cresciuta fino a circa 10mln di €. Nei due anni con l’OM, invece, il 31enne ha disputato la miseria di 6 match a causa di un gravissimo infortunio al polpaccio ed a un conseguente infortunio alla caviglia a causa del quale ha dovuto sottoporsi ad un intervento chirurgico. La sua grande voglia di riscatto potrebbe essere limitata proprio da questi guai fisici che, quasi certamente, non lo agevoleranno nella ricerca di una nuova squadra dalla quale ripartire.

diaby olympique marsiglia

Dopo 136 gare ufficiali, 14 reti e 15 assist all’attivo lascia il Tolosa il trequartista Oscar Trejo. Il 29enne argentino vanta una valutazione personale pari a 2,5mln di € e nei quattro anni trascorsi in Ligue 1 con i biancoviola ha sempre disputato più di 30 partite a stagione. Stesso anno di nascita per Paul Baysse, difensore classe ’88 che due anni fa al Saint-Etienne faticava a trovare spazio nell’undici iniziale. Il trasferimento al Nizza, invece, lo ha visto protagonista sul terreno di gioco per ben 58 volte in due anni, continuità che nell’ultima stagione gli ha perfino permesso di diventare il capitano della formazione rossonera. Difficile capire le ragioni del mancato rinnovo, anche perché le prestazioni positive del francese gli hanno permesso di accrescere notevolmente il valore del proprio cartellino (ora vicino ai 4mln di €).

Annunci